Bad Rabbit Ransomware Virus, la nuova minaccia che arriva dalla Russia.

Nelle ultime ore non si parla d’altro, arriva dalla Russia Bad Rabbit il nuovo virus che sta mettendo sotto scacco l’Europa.

I quotidiani ed i siti delle maggiori testate italiane non stanno parlando d’altro, Bad Rabbit è la nuova minaccia web che cavalca l’onda del malware Petya che ha infettato migliaia di dispositivi nel giugno di quest’anno.

Bad Rabbit appartiene alla famiglia dei Ransomware Virus, quei malware noti per la loro capacità di diffondersi rapidamente e silenziosamente sul web, bloccando il funzionamento dei computer della vittima, compromettendo i file e chiedendo un riscatto monetario per la restituzione dei file di lavoro e personali vittime dell’attacco.

Vittime di Bad Rabbit sono stati il ministero delle Infrastrutture ucraino, il sistema di trasporto pubblico di Kiev, aeroporto di Odessa incluso, dispositivi in Italia, Germania, Russia, Ucraina, Turchia, America, Bulgaria, Polonia ed altri paesi dell’Eurozona.

Come si diffonde Bad Rabbit?

I Ransomware Virus sono soliti diffondersi attraverso il web, le mail di spam, i link a pagine infette, questa versione rinnovata e potenziata di Bad Rabbit sfrutta programmi come Adobe Flash Player per la diffusione, lo streaming video online e cavalca l’onda di riferimenti verso il popolare show televisivo – Game of Thrones.

Questo nuovo e potente virus, è stato diffuso anche attraverso le reti pubbliche e gli accessi ad internet in spazi comuni, sono stati infatti notati i primi attacchi attraverso la rete nella metropolitana di Kiev.

Gli hacker dietro l’attacco stanno hackerando i siti di streaming, e diffondendo copie false e infette di Adobe Flash Player, consigliamo dunque di stare alla larga dagli aggiornamenti di questo periodo.

Le vittime di Bad Rabbit non sanno di essere vittime (scopri come verificarlo seguendo la nostra guida ) finché il proprio computer non smette di funzionare, i file sono stati compromessi, le informazioni personali violate e l’apparizione di una richiesta di riscatto monetario per il ripristino delle funzionalità.

Questa è la principale fonte di preoccupazione che ha spinto diversi utenti del nostro sito a chiederci come scovare ed eventualmente eliminare Bad Rabbit dal proprio computer.

Una volta visualizzato il messagio, a meno che non effettui un pagamento di 0,05 BitCoin (circa 250 euro), PC e file rimarranno bloccati. Per rendere le cose ancora peggiori per l’utente vittima, il Ransomware fornisce una scadenza di 40 ore – se il pagamento non viene effettuato entro questo periodo, la somma di riscatto richiesta verrà aumentata.

Prevenzione e Sicurezza

In casi come questi è essenziale la prevenzione, state lontani dagli streaming online, non aggiornare il vostro flash player, non visitate siti di cui non siete sicuri e non aprite e-mail di spam, provenienti  da mittenti sconosciuti o con allegati non verificati.

Secondariamente, assicuratevi che il vostro computer non sia infetto, ed eventualmente eliminate i file di infezione seguendo la nostra guida.

Noi rimaniamo sempre disponibili per le vostre domande, e vi informeremo in caso di ulteriori evoluzioni legate a Bad Rabbit.

LEAVE A REPLY